domenica 3 aprile 2011

Zeppoline di pasta cresciuta con erba di mare

Sono andata in pescheria per conprare delle cozze e ho trovato dell'erba di mare bella fresca così ho deciso di fare delle zeppoline come antipasto ,ovviamente c'è un seguito, per ora vi dò la ricetta delle zeppoline poi pubblicherò il resto del menù.



Ingredienti:
250gr di farina o
180 gr di acqua
1 pizzico di zucchero
1 cucchiaino di sale
1/2 cubetto lievito di birra
2 foglie di erba di mare fresca
1 cucchiaio d'olio


Procedimento:
In una ciotola mettere la farina aggiungere lo zucchero, il lievito, l'olio,l'erba sminuzzata e l'acqua intiepidita,da parte mettere il sale facendo una tasca nella farina per evitare il contatto diretto con il lievito e garantire una buona e veloce lievitazione.

impastare dal basso verso l'alto picchiando l'impasto in modo che incameri aria .

l'impasto deve avere la consistenza di una crema.


Far crescere per 1 ora l'impasto usare un cucchiaio per prendere una piccola quantità d'impasto e friggere in abbondante olio bollente.


Servire ancora calde .



10 commenti:

  1. ma dai!!!!!! come sono curiosa..che bella ricetta..brava

    RispondiElimina
  2. bbbbbbbbbbbbbbbuone!Anche a casa mia si fanno ma con il cavolfiore e non le erbette, proverò anche qusta variante ^_^
    Gracias per la ricettuzza

    RispondiElimina
  3. Sono sicuramente buone... sono molto vicine a quelle da noi si chiamano pettole :)

    RispondiElimina
  4. Io conosco tutto il menù! C'ero!!!!
    SOno divine! Brava!!!

    RispondiElimina
  5. ...ce n'è...ce n'è...ho preparato una bella porzione!

    RispondiElimina
  6. Belle e buone... queste le proverò di sicuro ;-)

    RispondiElimina
  7. E così Marcella è tua sorella?!

    RispondiElimina
  8. Però....devono essere buone queste zeppoline, noi non le abbiamo mai provate! Bravissima!
    Un abbraccio! Alda e Mariella

    RispondiElimina
  9. mamma mia che aspetto invitante!!!! complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  10. Sono veramente invitanti, Teresa, le proverò e ti farò sapere. Brava.
    Anna

    RispondiElimina